esapro-instrumentation-image-1

Vuoi avere datasheet e hook-up sempre allineati al tuo P&ID?

ESApro Instrumentation associa agli strumenti del P&ID datasheet e hook-up  e  li mantiene sincronizzati

 

ESApro INSTRUMENTATION

Caratteristiche Tecniche

  • .Generazione automatica datasheet a partire da P&ID

    Il modulo ESApro Datasheet è dedicato alla creazione e gestione dei datasheet relativi a strumenti, componenti e apparecchiature.
    Il programma opera sul database di progetto prealimentato da ESApro P&ID permettendo di associare a un record, rappresentante uno strumento, un componente o un’apparecchiatura, il relativo datasheet in formato Microsoft Excel, prendendo a modello uno dei prototipi disponibili in libreria. Il contenuto dei vari campi (tag, servizio,numero di linea e qualsiasi altro campo definito dall’utente) viene automaticamente riportato nelle corrispondenti celle del foglio Excel che rappresenta il datasheet.

  • .Libreria Datasheet personalizzabile

    Il programma è corredato da un’ampia libreria di datasheet standard:

    • datasheet strumenti a norma ISA (misuratori di pressione, valvole di sicurezza, controlli livello etc.)
    • datasheet apparecchiature (pompe, compressori, serbatoi, scambiatori etc)

     

    I datasheet generati dal programma possono essere singoli o multipli a seconda che si decida di inserire uno o più oggetti in un unico foglio. La libreria, in formato Excel, può essere liberamente personalizzata o ampliata dall’utente attraverso una semplice procedura di configurazione celle automaticamente compilate dal software attingendo i dati dal database di progetto.

  • .Editing dei dati con interfaccia Excel-like

    L’alimentazione dei dati strumentali può essere fatta direttamente dallo strumentista nel database di progetto:

    • interfaccia Excel-like
    • data-entry massivo facilitato da comode funzioni di copia/incolla
    • importazione/esportazione dati da file Excel
  • .Sincronizzazione bidirezionale dei dati tra P&ID e Datasheet

    Durante il normale flusso di lavoro capita spesso di dover intervenire su dati di processo ed elettrostumentali: diventa quindi di fondamentale importanza uno strumento semplice ed efficace che garantisca la congruenza di tutte le informazioni riportate nei documenti di progetto (fogli P&ID, elenchi linee e strumenti, datasheet etc.).
    A questo scopo l’architettura di ESApro Datasheet prevede la possibilità di modifica di un dato a 2 livelli:

    • nel disegno CAD attraverso ESApro P&ID
    • nel database di progetto con interfaccia Excel-like

     

    Durante la modifica dei dati, il programma si occupa di gestire correttamente il flusso delle informazioni notificando al team di progetto le eventuali modifiche.

  • .Librerie Hook-up personalizzabili

    Il modulo ESApro Hook-up provvede al computo materiali dei tipici di collegamento degli strumenti alle linee piping o alle apparecchiature (hook-up).
    Il programma è dotato di un catalogo di componenti personalizzabile (tubing, manifold, tee, pressacavi etc.) al quale l’utente attinge per configurare i vari hook-up e i relativi elenchi materiali. Il set di materiali associato al singolo hook-up può essere definito attraverso una semplice interfaccia di data-entry o utilizzando un tool grafico che assiste l’utente nella generazione del relativo disegno in ambiente CAD.

  • .Generazione automatica elenco materiali Hook-Up

    ESApro Hook-up richiede semplicemente di associare ad ogni record del database degli strumenti, prealimentato da ESApro P&ID, il suo hook-up scegliendolo dall’apposita libreria, dopodiché il programma è in grado di produrre gli elenchi di tutti i materiali necessari all’installazione degli strumenti e di generare la tabella riepilogativa che riporta, per ciascun hook-up, l’elenco degli strumenti condivisi.
  • .Disegno assistito degli Hook-up

    ESApro Hook-up dispone di un tool grafico in ambiente CAD che assiste l’utente nella realizzazione dei disegni costruttivi degli hook-up.
    Aprendo un normale disegno AutoCAD con semplici e rapidi comandi è possibile:

    • associare il disegno CAD ad un tipico hook-up
    • inserire bollini di posizione che identifichino i vari componenti
    • alimentare l’archivio hook-up
    • inserire le tabelle materiali all’interno del disegno